“Bèh, io non ti ammiro, anzi. Ti odio. Ti odio. Ti odio. Era il mio sogno e la tua “merda” l’ha cancellato. Parli di vittorie. Sappilo: ogni volta che un tuo atleta vince il ciclismo ha perso”

(da http://www.repubblica.it/2009/11/sport/ciclismo/ciclismo-doping/confessione/confessione.html )

Annunci