Pometo

L’anziana signora con guinzaglio alla mano e cagnetto caffelatte attaccato -anzi: cagnetta- mi passa davanti poco dopo che ho appoggiato la bici alla panchina e mi ci sono seduto a mangiare un panino: “Buon giorno e buon appetito” mi saluta “Ma funziona la fontana?”. Sorridendo ringrazio e confermo: “Funziona”. Lei passa oltre e va a sedersi sulla panchina successiva. Guarda il cagnetto caffelatte attaccato al guinzaglio -anzi: cagnetta- e gli dice “Adesso arriva l’Adele e andiamo a comperare il pane”. L’anziana signora con guinzaglio alla mano e cagnetto caffelatte attaccato -anzi: cagnetta- si alza, mi ripassa davanti , occhi bassi e senza più salutare se ne va.

Romagnese

Mi fermo sotto il cartello che indica “Area turistica”. Li di fianco, a destra, all’ombra di alcuni alberi, una fontana scarica acqua a intermittenza: un forte getto, poi  con improvviso gorgoglio solo un filo. Poi ancora un gran getto, un altro gorgoglio e di nuovo un filo d’acqua. E così via. Lascio la bici a terra, prendo le borracce ormai vuote e vado a riempirle. Facci a tempo a finire e la fontana erutta un forte gorgoglio, poi più niente. Neppure una goccia. Sulla strada passano altri due ciclisti. Mi guardano. Guardano la fontana e commentano “E’ abbandonata”. Io metto via le borracce che ho appena riempito e penso “Eh, si vede che non se la meritavano”

Annunci